Utilizzando questo sito si accetta l'utilizzo di cookies.

Stampa

REGOLAMENTO BIBLIOTECA

Scritto da Del Bue Ilaria on .

ARTICOLO 1. La biblioteca d'Istituto "Nilde Iotti" costituisce elemento aggregante della comunità scolastica. Ad essa possono accedere docenti, discenti, personale tecnico-operativo della scuola ed eventuale personale esterno previa autorizzazione del Dirigente Scolastico.

ARTICOLO 2. Nel periodo settembre-giugno la biblioteca osserva il seguente orario:
lunedì e martedì: ore 7.45 – 17.00
dal mercoledì al venerdì: ore 7.45 – 17.30
sabato: ore 7.45 – 14.00

ARTICOLO 3. Il materiale bibliografico è costituito da pubblicazioni di cui è consentito il prestito e pubblicazioni di cui è consentita la sola consultazione (dizionari, enciclopedie e settore storico della biblioteca comprendente testi dal 1796 agli anni '50).

ARTICOLO 4. Per ottenere il prestito o la consultazione di un'opera gli utenti debbono avvisare i bibliotecari che compileranno apposita scheda, su cui l'utente apporrà firma autografa. La consultazione dei libri in biblioteca è possibile soltanto previa autorizzazione del personale bibliotecario.
E' tassativamente vietato prelevare dalla biblioteca qualunque tipo di materiale (videocassette, DVD, libri, dispense, ecc.) senza aver avvertito il responsabile della biblioteca permettendogli di compilare la scheda di prestito. Tale divieto vale anche se il prestito è richiesto per una sola mattinata.
Le richieste di prestito devono essere effettuate secondo modalità differenti a seconda del tipo di opera: per i libri deve essere compilata e firmata l'apposita scheda; per dizionari e audiovisivi saranno predisposti registri specifici.

ARTICOLO 5. Ogni utente ha il diritto di prendere a prestito quattro libri. Per particolari ricerche è possibile un prestito di sei libri. La durata del prestito è di 30 giorni, rinnovabile, se il testo non è richiesto da altri utenti, per il secondo mese. Il termine massimo per la durata del prestito è fissato alla data del 30 maggio; chi desidera avere libri in prestito per il periodo estivo è tenuto a farne specifica richiesta ai responsabili della biblioteca.
Riguardo al materiale audiovisivo (film in DVD e VHS; CD-ROM), è concesso il prestito a domicilio ai soli docenti, per la preparazione di attività didattiche, per un tempo massimo di quattro giorni; per gli studenti è consentito il prestito per la visione in classe, indicando il nome del docente in orario e restituendo l'opera entro la fine della mattinata.
E' possibile richiedere ai responsabili della biblioteca la prenotazione anticipata del materiale audiovisivo.

ARTICOLO 6. Al fine di evitare controversie con gli utenti nel caso di opere che risultino smarrite, si stabilisce quanto segue:
- Chiunque smarrisca o deteriori opere in prestito è tenuto a risarcire il danno.
- Al momento della restituzione di opere avute in prestito è indispensabile rivolgersi al responsabile della biblioteca per registrare la riconsegna. L'utente ha il diritto/dovere di controllare che sulla scheda-libro da lui firmata al momento del prestito o sul registro dedicato al prestito di dizionari e audiovisivi venga stampato il timbro "Restituito". Qualora ciò non venisse fatto e l'opera risultasse smarrita, chi ha richiesto il prestito ne sarà considerato responsabile.
- Nel caso di mancata restituzione di libri e/o audiovisivi entro il termine di tempo fissato, qualora tale situazione perduri nonostante i solleciti da parte dei responsabili della biblioteca, l'utente potrà essere sospeso dal prestito e l'Istituto si riserverà di adire le vie legali per ottenere il risarcimento. Trattandosi di servizio scolastico con evidenza formativa, i bibliotecari sono tenuti ad informare il CdC, che può tenerne conto in sede di valutazione del comportamento.

ARTICOLO 7. I libri che vengono prelevati dagli scaffali per la consultazione devono essere ricollocati nel medesimo punto nel quale si trovavano in precedenza, avendo cura di rispettare la numerazione Dewey. In caso di difficoltà rivolgersi al responsabile della biblioteca. Poiché il mancato rispetto di queste disposizioni rende impossibile ritrovare il libro in caso di una successiva richiesta, chiunque non si atterrà ad esse, se individuato, potrà essere sospeso dal prestito e dalla consultazione.

ARTICOLO 8. Nei locali della biblioteca occorre tenere un comportamento consono ad un luogo di studio. Pertanto è necessario parlare a bassa voce ed è tassativamente vietato consumare cibi e bevande.

ARTICOLO 9. E' possibile utilizzare Internet solo per il controllo della posta elettronica e per scopi didattici, previa autorizzazione di un docente.

ARTICOLO 10. E' assolutamente vietato l'utilizzo di Internet per chattare. Per chi venisse trovato ad utilizzare impropriamente i computers della biblioteca sono previste sanzioni disciplinari previa comunicazione alle famiglie.

ARTICOLO 11. Coloro che intendono utilizzare il computer dovranno farsi registrare su apposito modulo dai bibliotecari.

ARTICOLO 12. Ogni postazione di computer può essere utilizzata da un numero massimo di 2 alunni.

ARTICOLO 13. Gli studenti e gli utenti devono accedere ai tavoli portando con sé solo il materiale strettamente necessario per lo studio individuale o in gruppo.


I DOCENTI RESPONSABILI DELLA BIBLIOTECA